Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

23 agosto 2011

Chi recensirà i recensori? | Il Venerdì di Repubblica del 19/08/2011

Ritorna, dopo essersi fatta parecchio attendere, la rubrica Chi recensirà i recensori?

Questa volta tocca al settimanale di Repubblica del gruppo editoriale de L’espresso, diretto da Attilio Giordano. 

L’ultimo numero, di venerdì 19 agosto, 162 pagg, si presenta con una straordinaria copertina di Enki Bilal che anticipa il tema predominante: il decennale del tragico attentato dell’11 settembre.


Dopo gli editoriali delle firme di Venerdì, lo speciale dedicato all’11 settembre presenta le storie dei tre italiani sopravvissuti. Il racconto si arricchisce di immagini e approfondimenti ed un lunga lista di volumi a cui fare riferimento (ve ne parleremo tra qualche giorno) e tra tutti spicca:


"12 settembre. L’America dopo", Rizzoli Lizard, 208 pagg, 22.50 euro. 

Alcuni tra i fumettisti più importanti del mondo: Lorenzo Mattotti, Art Spiegelman (autore di Maus) e lo stesso Enki Bilal, (l’autore della copertina del libro e di questo numero), affrontano la tragedia in base alla propria visione dell'evento che ha cambiato le sorti del mondo.

Nella sezione Italia, viene presentato il volume:


"Inchiesta sul potere", il libro, da domani in edicola a 9.90 euro, raccoglie il meglio degli articoli di Giuseppe D’Avanzo, morto lo scorso 30 luglio.

Curato da Attilio Bolzoni e Leopoldo Fabiani, il libro, in sedici capitoli, raccoglie trentasei pezzi della firma di Repubblica. Prefazione e postfazione sono rispettivamente di Eugenio Scalfari e Roberto Saviano.

Il numero prosegue con lo speciale dedicato al mondo del calcio, con la sezione esteri e con un articolo sullo scandalo Murdoch per approdare ad Arianna Huffington, proprietaria di Huffington Post, il sito di notizie più seguito del mondo.

A Enzo Mari, il Venerdì, dedica un lunghissimo articolo per l’uscita della sua biografia:


"25 modi per piantare un chiodo", Mondadori, 172 pagg, 17,50 euro.

Un libro per raccontare la vita, anche professionale, di uno dei designer più famosi del mondo. Il libro esce in questi giorni, proprio adesso che Mari sta per compiere ottant’anni. “Posso dire di essere stato molto fortunato. Lavorando ho inseguito per tutta la vita il sogno della mia ingenuità: realizzare la bellezza”.

La rubrica Mangia e Bevi, propone:


"I cento della Liguria", Edizioni Extra, 120 pagg, 9.90 euro. 

Cavallito, LaMacchia e Iaccarino, sono tre gourmand, firme di Repubblica. Sottraggono tempo alla loro attività forense per dedicarsi al loro passatempo preferito: mangiare nel miglior modo possibile. Cento sono i locali della Liguria, divisi tra ristoranti e trattorie consigliati dal magnifico trio.

La pagina della cultura, propone:


"The Pursuit of Italy", La ricerca dell’Italia, Allen Lana Editore, 34.05 euro. 

David Gilmour è inamorato dell’Italia e in particular modo degli anni che seguono o prededono l’Unità del nostro paese. A testimoniarlo, il successo della sua biografia dedicata a Giuseppe Tomasi di Lampedusa ed ora questo nuovo libro che affronta le differenze tra nord e Sud prima del 1861 e di come il Meridione fosse, prima dei Mille, molto più avanzato culturalmente ed economicamente rispetto al Settentrione.


"Il tempo dell’istante" di Jacqueline Risset, Einaudi, 187 pagg, 14.50 euro. 

Saggista e traduttrice, responsabile del centro di studi italo-francese e poetessa dal 1971. Questa per Einaudi è un’antologia che lei stessa ha tradotto nella quale affiorano incontri, esperienze, riflessioni come lampi che squarciano il cielo.


"Julian Assange & Wikileaks", scritto da Dario Morgante e disegnato da Gianluca Costantini, Beccogiallo, 144 pagg, 15 euro. 

Domani uscirà il fumetto ispirato al fondatore di Wikileaks. Ancora una volta Beccogiallo, con il suo stile asciutto, in bianco e nero non rinuncia all’inchiesta e all’approfondimento. Questa volta tocca a Assange al suo passato da hacker, al presente di fondatore di uno dei siti più controversi. Nel libro, una nota invita a condividere i contenuti del libro, proprio come nello stile di Assange.


"Quando finisce il mai"di Arturo Buongiovanni, Dozelli, 310 pagg, 17.50 euro.

L’assassinio del giovane giornalista Giancarlo Siani, torna alla ribalta non solo per il film per la tv che vedremo in rai il prossimo autunno, ma soprattutto per il nuovo libro di Buongiovanni. Arturo Buongiovanni, avvocato, aveva già affrontato l’inchiesta nel suo Intendo rispondere. Ora vuole affrontare il primo grado del processo Siani, quello che ha visto ingiustamente accusato Ferdinando Cataldo.


"Sei nei guai"di Janet Evanovisch, Salani, 304 pagg, 17.80 euro. 

Stephanie Plum, soprattutto per alcune di voi, è la cacciatrice di taglie più irresistibile della carta stampata. Questa è l’avventura numero sei ed è piena di suspanse, comicità; elementi cari all’autrice e a tutti i seguaci della saga.


"La via dei conventi", Giorgio Cingolani, Mursia, 614 pagg, 20 euro.

Corrado Augias non si smentisce mai e "La sua Babele" è sicuramente la migliore rubrica del Venerdì. Con il suo gusto riesce a presentare e a farci conoscere un’altra pagina sconosciuta della storia dle nostro paese e in particolar modo quella che permetteva ai criminali di guerra, durante la seconda guerra mondiale e con il favore dei conventi e del Vaticano, di mettersi in fuga.


"Claudio Magris, Se non siamo innocenti", Alberti, 87 pagg, 10 euro.

Marco Alloni, autore del libro, si diverte a parlare con uno dei più importanti intellettuali italiani: Claudio Magris.


"Mille oasi e parchi naturali in Italia", Gianni Farneti, Rizzoli, 895 pagg, 24.50 euro. 

In ordine alfabetico tutti i siti naturali protetti in Italia. Una guida da consultare e con la quale poter tramandare il nostro immenso patrimonio naturalistico.

Credo che vi abbia parlato di tutti i libri presenti in questo numero. Se ce ne fossero degli altri vi invito a scriverci al nostro indirizzo mail: readersbench@gmail.com. La sfida è aperta!

L’unica rubrica non recensita è quell Brunella Schisa che mi ha dato ottimi suggerimenti per i prossimi Consigli per gli acquisti, al Femminile.

Per il resto la qualità del Venerdì di Repubblica è sotto gli occhi di tutti. Mi piace il fatto che i suggerimenti alla lettura siano sparsi per tutto il numero e in partcolar modo diano la possibilità di un ulteriore approfondimento (vedi articolo commemorativo sull’11 settembre, ndr).

La rubrica della cultra mi sembra completa, i libri che vengono consigliati vanno dal bestseller, all’antologia di poesie, dallo storico al graphic novel. Ce n'è per tutti i gusti!

Lo spazio di Augias è sempre quello migliore, sintetico e ben scritto.

Rimango perplessa dai suggerimenti che chiudono la rubrica a pag.99; passi per il libro di Alloni ma il trafiletto sulla guida di Farneti, non poteva essere inserito in un altro modo?

Rimane la penalizzazione della rubrica della cultura che come al solito si trova alla fine di ogni numero. Almeno i libri, vengono prima di musica, cinema e teatro.

Voto al venerdì?
Nove tazze!

A cura di Claretta

0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!