Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

6 luglio 2011

I LIBRI SUL TE | Consigli per gli acquisti (Claretta)



Una passione va coltivata e per farlo nel miglior modo possibile è necessario documentarsi per scoprirne la storia, le curiosità, i retroscena.

La gastronomia e la passione per il mondo orientale hanno generato una serie infinita di pubblicazioni che direttamente o meno cercano di approfondire il pianeta culinario asiatico.

I consigli per gli acquisti fin’ora vi hanno aiutato in prossimità delle feste, ora, cercano di guidarvi nella scelta del libro più adatto soddisfare la vostra curiosità sul mondo del tè.

Naturalmente questa è una piccola guida che in nessun modo cerca di fare un compendio sulla materia; centinaia infatti sono le guide, i libri di ricette e i manoscritti che anche indirettamente affrontano l’argomento.

Se vi piace il tè e non volete girovagare senza meta nella vostra libreria, vi consiglio:




“Il piacere del tè. Guida completa. Conoscere, preparare, degustare la bevanda più antica dle mondo” di Davide Pellegrino, Giunti, 160 pagg, 12.50 euro
Tutto ma proprio tutto quello che dovete conoscere sul tè e persino un catalogo di tutte le varietà, con nome, provenienza, caratteristiche e modalità di consumo. Agli iniziati.



“Lo zen e la cerimonia del tè” di Kakuzo Okakura, Feltrinelli, 99 pagg, 7 euro

“The book of Tea” era il titolo originale dell’opera di Okakura scritta per gli occidentali nel 1906. Una guida per chi voleva conoscere il mondo orientale e in partcolar modo la cura e la ritualità che esiste dietro alla preparazione del tè che non è altro che il lento ripetersi di gesti millenari nel rispetto della tradizione degli antenati.




“Il tè verde. Origini, varietà, metodi di preparazione ed effetti salutari” di Sophie Lacoste, 155 pagg, 6 euro

Un libro completo su una varietà di tè conociuta già 4000 anni fa e che recentemente ha avuto un grande successo grazie alle sue proprietà rigeneranti. Ma sappiamo davvero conservarlo, prepararlo e riconoscere le diverse varietà di tè verde?



“Oro verde. La straordinaria storia del tè” di Alan e Iris MacFarlane, Laterza, 18.50 euro

Il libro dei MacFarlane analizza e documenta la storia di un successo agroalimentare che ha dello straordinario. La fama di una bevanda vista anche dal lato economico e nel modo in cui è riuscita a diffondersi in tutto il mondo.



“Il tè. Verità e bugie, pregi e difetti” di Gianluigi Storto e Salvatore Pellegrino, Avverbi, 239 pagg, 28 euro

Se siete già esperti e profondi conoscitori non potete farvi sfuggire il libro di questi due autori italiani che tentano di smentire o alcune leggende e dicerie sul mondo del tè. Per non farvi mai trovare impreparati.



“La via del tè nella spiritualità giapponese” di Maria De Giorgi, Morcelliana, 104 pagg, 7 euro

Il libro di Okakura è sicuramente un punto di riferimento ma se volete qualcosa di più recente e che analizzi il Cha-do, la cerimonia del tè, dal punto di vista storico, antropologico e religioso dovete leggere questo libro. La cerimonia del tè vista non come un evento secondario ma come una cerimonia essenziale nella cultura e nella tradizione del Giappone.



“New Zen. Gli spazi della cerimonia del tè nell’architettura giapponese contemporanea” di Michael Freeman, Damiani, 239 pagg, 49 euro

"Chashitsu" è la stanza destinata alla cerimonia del tè, un luogo destinato alla meditazione. Niente mobili ma elementi come: una nicchia con fiori e pergamene dipinte, un focolare incassato nel pavimento, stuoie di bambù e alcune finestre. Elementi sempre presenti ma che sono stati rielaborati dagli architetti giapponesi di ultima generazione.

1 commenti:

Aliena ha detto...

Ahh... Lo zen e la cerimonia del tè è un vero piccolo gioiello di cultura orientale, l'ho amato dall'inizio alla fine. L'ho letto anni fa, forse dovrei bissare.

Oro verde invece, prende polvere da un po' sulla mia libreria, non mi decido mai a leggerlo, prima o poi lo farò, prima o poi dò una chance a tutti!

Quello di Freeman mi era del tutto sconosciuto ma possederlo mi piacerebbe da matti, non sono un'esperta di architettura (mi occupo di tutt'altro) ma quella giapponese ha sempre esercitato un enorme fascino su di me... così equilibrata, essenziale. Alla prossima incursione in libreria andrò a sfogliarmelo, sì.

(Se non si fosse capito, sono anche io un'amante della preziosa bevanda :) )

Saluti :)))

Posta un commento

Lascia un commento!