Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

7 giugno 2011

THE COMMITMENTS



Da un gruppo di musicisti irlandesi ti aspetteresti un band che faccia del puro rock&roll o musica folk. 

Invece, la band di Jimmy Rabitte suona soul nei locali più malfamati della parte Nord di Dublino. E la sua è tutt’altro che un gruppo nato da un obbiettivo comune; bensì è il frutto di una passione innata per la musica che spinge Jimmy a rintracciare lo stesso fuoco nei membri che per caso scova in giro per il suo quartiere. 


Oltre i due amici Derek e Outspan, che fin da subito condividono il suo progetto, gli altri membri della band sono: Deco, voce solista scoperta durante un matrimonio, Joey “Labbra” Fagan che millanta trascorsi nelle band più famose del paese, le tre coriste e altri musicisti che sembrano ritrovarsi, per caso, in questa band.

Gli inizi non sono di certo idilliaci. Vengono convocati nelle scuole e nelle occasioni più improbabili ma pian piano riescono a trovare un certo feeling, una coesione attorno alla voce struggente e potentissima di Deco. 

Se non ci fossero i continui litigi, le invidie e gli amori che nascono all’interno del gruppo; la band otterrebbe anche un discreto successo. Deco tiene in pugno il pubblico, i musicisti sono in perfetta armonia e le coriste sono così in gamba da prendere in mano la situazione.

Le cose, tra alti e bassi, sembrano andare per il verso giusto tanto che il misterioso Joey “Labbra” propone una serata assieme a Wilson Pickett, suo amico, a quanto pare, di vecchia data. Ma la serata sfuma ed è la goccia che fa traboccare il vaso; scoppia una lite furibonda ed è la fine della band.

Proprio nella serata in cui un famoso discografico e un giornalista di altrettanta fama vogliono interessarsi alla band.

Un film sul sogno di Jimmy Rabitte e sulla musica vista come mezzo per divertirsi, per incollare tra di loro le persone e per aiutarle a sognare. Il successo, tanto agognato, non arriva anzi è la sua spasmodica ricerca che sancirà la fine della band.

La musica che parla all’anima non è stata in grado di parlare a quella dei componenti della band. Ecco allora spiegati i patetici tentativi di alcuni componenti di rimanere sulla cresta dell’onda.

Mentre rimane la musica straordinaria e il puro piacere di ascoltare brani come:

Mustang Sally
Take me to the river
Chain of fools
The dark end of the street
Destination anywhere
I can't stand the rain
Try a little tenderness
Treat her right
Do right woman do right man
Mr. Pitiful
I never loved a man
In the midnight hour
Bye bye baby
Slip away

Il film, del 1991, diretto da Alan Parker, è assolutamente da non perdere ma non tutti sanno che è tratto dal libro:



"I Commitments" di Roddy Doyle, TEA, 156 pagg, 7.80 euro


A cura di Claretta

N.B Alcuni dei musicisti, lo stesso Deco e due delle coriste del film hanno fondato il gruppo dei Commitments, con il quale ripropongono tutti i classici della musica soul e naturalmente i pezzi del film. Non è difficile vederli esibirsi nei festival più famosi d'Europa e se ve lo state chiedendo sono diventati delle vere celebrità con migliaia di copie vendute.

0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!