Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

2 marzo 2011

Le recensioni di Flo | MEMORIE DI UN PADRE (Sonia Sodano)

Secondo appuntamento con le 

La parola a Floriana:

Più che un libro un vero diario, scritto in prima persona, di un uomo, un padre, che racconta le sue più intime emozioni, le sue ansie e le sue angosce, per qualcosa che credeva perduto, ma anche quelle emozioni, pure e semplici, che pensava di non poter mai provare in vita sua.

Memorie di un padre è la prima pubblicazione dell’esordiente Sonia Sodano, una giovanissima e sensibilissima scrittrice, che in poche pagine ha saputo raccogliere la vicenda di un padre che, giovanissimo, lascia incinta una ragazza immaginando, con salda convinzione, che la cosa più giusta da fare sia quella di eclissarsi dalla vita tanto della madre quanto della figlia. 


Una scelta di cui pagherà le conseguenze, ma solo dopo aver vissuto, a modo suo, un’esistenza spensierata e fresca, interrotta solo a tratti dal pensiero di ciò che si è lasciato dietro; solo il latente, ma non fastidioso, rimorso di non aver mai saputo, o voluto, ricoprire il ruolo di padre, gli fa prendere coscienza dell’opportunità che forse sta perdendo, ma la giustificazione dietro la quale si nasconde, “tanto è meglio così proprio per lei”, gli permette di proseguire con la sua vita.

E arriva il momento in cui, inevitabilmente, la vita gli chiede il conto e a quel punto il debito morale accumulato, nel corso degli anni, comincia a farsi pesante e assillante. Solo dopo aver perso quanto di più caro aveva, la sua ragione di vita e con la poca voglia di andare avanti, improvvisamente si ricorda che forse c’è ancora un possibilità di riscatto per lui, un modo in cui può saldare il suo debito; ma non sempre è facile, non sempre si è ancora in tempo, tornare indietro è impossibile, cercare il perdono non è l’unica strada per sistemare le cose e comunque, una volta averlo ottenuto, basta a risanare gli squarci di una vita? A far dimenticare il dolore, le ingiustizie subite? A colmare il dolore che lascia l’assenza?

Il percorso intimo e doloroso che la scrittrice fa compiere al suo personaggio, porta il lettore a partecipare con sincera emozione alle vicende del protagonista verso il quale, si prova rabbia e compassione allo stesso tempo: in un primo momento, incoraggiati da una umana istintività, ben lungi dal “chi è senza peccato scagli la prima pietra”, siamo portati a condannare gli atteggiamenti del padre, gridando al suo indirizzo pagina dopo pagina “ben ti sta! E ora che vuoi?” ma poi, rimuginando tra le righe del racconto, si finisce con l’affezionarsi a quell’essere umano che sì! ha sbagliato, ma del resto chi di noi non lo ha mai fatto? E così si finisce per fare il tifo per lui e la voglia di arrivare alla fine del libro è solo per sapere se c’è una speranza per lui, magari anche solo per trovare in queste pagine una sorta di incoraggiamento a porre fine ai nostri sbagli, senza tirarci indietro, senza scuse, se ci fosse anche solo una minima possibilità di riuscita perché non provarci?

Il racconto rappresenta, proprio questo, una sorta di monito non tanto a non sbagliare quanto a cercare di rimediare.

"Memorie di un padre" di Sonia Sodano, Il Filo, 56 pagg, 13.00 euro

Voto 7/10




ACQUISTA ORA

 Seguite Floriana anche su Youtube, sul suo canale Flovianne, ogni mese viene realizzato un video sui libri preferiti del mese.

Sonia Sodano ha un canale su Youtube e una pagina Facebook sempre aggiornata, dateci un'occhiata!

Se volete rispondere all'appello We Want You, scriveteci a: readersbech@gmail.com

0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!