Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

16 febbraio 2011

Recensore per un giorno| E' UNA VITA CHE TI ASPETTO (Fabio Volo)

Valentina Messina ha risposto all'iniziativa Recensore per un giorno.

La parola a Valentina:

“Fabio Volo scrive libri? “ Questa è stata la domanda che mi sono posta non appena ho finito di scartare il regalo della mia amica.

Non sapevo cosa dire o cosa fare, ho ringraziato e ho pensato che questo sarebbe stato l'ennesimo libro messo in libreria a prendere polvere. 

Ero talmente convinta di questo che quando ho iniziato a far pulizie e ho trovato il libro, mi sono chiesta come fosse arrivato in casa mia.

Incuriosita, ho guardato la copertina, ho voltato la copertina e letto la dedica: “non avere paura di cambiare”. 

Ho subito pensato che fosse strana come dedica, cosa vorrà mai dire? L'unico modo per saperlo era continuare a leggere. Mi sono seduta un attimo, ho di nuovo voltato pagina e ho iniziato a leggere e non mi sono più fermata. 

La storia è a tratti banale, scontata, a tratti sembra di leggere un diario.

Il protagonista, Francesco, è un trentenne con un buon lavoro che gli permette di guadagnare bene, ha tanti amici, tante donne, ma è annoiato dalla vita. 

Francesco si porta dietro un senso di malessere che non riesce a spiegarsi. Nonostante abbia tutto quello che un giovane oggi possa desiderare è insoddisfatto, si sente incompleto, come se lui fosse alla ricerca disperata di qualcosa senza sapere cosa nello specifico. 

Si potrebbe pensare che sia folle, come si fa a non essere felici con un buon lavoro, una casa tutta per sé, amici e donne per trascorrere piacevolmente le sue serate? Al posto suo chiunque si definirebbe soddisfatto.Cosa volere di più dalla vita?

Il ragazzo dà uno scossone alla sua vita, banalmente smette di fumare, come se scrollarsi di dosso la dipendenza dal fumo equivalga a scrollarsi di dosso il senso di insoddisfazione che lo assale giorno dopo giorno. 
Cambia lavoro, scelta che ad amici e parenti appare insensata, ma che si rivela quella vincente perché adesso Francesco ha il tempo e la voglia di fare quello che davvero gli piace. Adesso è in grado di stare bene con sé stesso e con il mondo che lo circonda, può sognare, innamorarsi e regalarci il lieto fine che tutti si aspettano. 

Francesco non è solo il protagonista di questo romanzo, è la parte di noi che dipende da una realtà fatta di soldi e finzione, una realtà che ritiene impossibile essere felici senza denaro. Sembra quasi che l'autore voglia dimostrare che “due cuori e una capanna” non è solo un mito, è un sogno realizzabile anche in una società consumistica come la nostra.

Mi sono ritrovata molto nel protagonista, nel suo malessere, nella sua insoddisfazione generale e nel suo coraggio. Ho avuto il coraggio di cambiare, piangersi addosso è facile, non lo è altrettanto agire. 

Ci insegna che non tutti i mali vengono per nuocere, non è detto che cambiare porti solo problemi, anzi a volte è l'unico modo per sopravvivere nella giungla della vita. Solo a questo punto ho capito il senso della dedica.

Consiglio il libro? Si, se si ha bisogno di credere che ogni cosa sia possibile, se si vuole avere la possibilità della scelta ed è questo che ci ricorda Francesco.

"E' una vita che ti aspetto" di Fabio Volo, Mondadori,179 pagg, 9 euro.

Voto 6/10





ACQUISTA ORA


Ringraziamo Valentina per averci inviato la sua recensione. Se anche tu vuoi partecipare, scrivi a: readersbench@gmail.com

0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!