Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

15 febbraio 2011

Per fare un libro ...| IL LAVORO DI UNO SCENEGGIATORE : ANTONIO RECUPERO










Per fare un fumetto, o un graphic novel, o un libro a fumetti, o come lo vogliate chiamare...

-         Salve, mi chiamo Antonio Recupero, e sono uno sceneggiatore di fumetti...
-         (tutta la sala in coro) Salve Antonio...
“Come nasce la passione per la scrittura?” Scrivere è una delle peggiori forme di dipendenza che mi vengano in mente, e scrivere fumetti è peggio, perché ti porta ad avere una visione della realtà estremamente distorta. Ad esempio potreste essere portati a pensare che col fumetto si può guadagnare abbastanza da pagarci l'affitto. Illusi!
Per scrivere un fumetto non serve essere dei nerd, ma di certo aiuta! Una gioventù buttata tra fumetti, telefilm, videogiochi e cartoni animati, può fornire la giusta forma mentis per cimentarsi con una delle forme di narrazione più bistrattata di sempre. Se poi disegnate come un bambino di 3 anni col Parkinson, allora la strada della sceneggiatura diventa praticamente obbligata.
“Da dove prendi le idee per le storie?” Ecco, questa è una domanda alla quale, se davvero avessi una risposta, non risponderei. Perché se per caso scopro che c'è un modo per trovare sempre delle buone idee, non lo andrei a sbandierare in giro. In ogni caso, visto che non esiste un metodo scientificamente valido e garantito per trovare un'idea, direi che l'importante è sempre guardarsi attorno, osservare la gente, ascoltarla (a volte anche origliando per strada o sui mezzi pubblici), appuntarsi notizie strane o dicerie curiose, e aspettare che quei quattro neuroni vaganti nella calotta cranica si scontrino in maniera costruttiva, permettendo di accorpare in una trama più o meno sensata tutte le informazioni raccolte in questa maniera. Come diceva il grande Furio Scarpelli (sceneggiatore cinematografico di fama mondiale, nella coppia Age&Scarpelli, cari i miei ignorantelli): “Le buone idee si comprano al mercato!”.
“Ma c'è anche chi li scrive i fumetti, allora?” Ok, tornate a leggere qualche riga più sopra. O magari smettete di leggere.
“Ma i fumetti li fanno ancora a mano o si fa tutto al computer?” In realtà abbiamo addestrato 100 scimmie urlatrici ad usare wordprocessor, matite e pennelli, e io e il mio socio campiamo grazie al loro lavoro!
“Come è il rapporto col tuo disegnatore?” Oh, finalmente una domanda normale. Allora, col disegnatore ci vuole tanta pazienza, diplomazia e una buona frusta. Ogni volta che non vi arrivano notizie dal disegnatore per un paio di giorni di fila, dopo una e-mail di avviso, cominciate a prospettargli varie punizioni corporali. Generalmente funziona, se no avrete modo di sfogare la vostra aggressività repressa. Dopo potrete tranquillamente discutere di inquadrature, interpretazioni della sceneggiatura, ipotesi alternative per i dialoghi, ecc. Ma tenetelo sempre sotto minaccia della frusta!
“Paga molto fare fumetti?” Tornate a leggere sopra, o smettete di leggere.
“Ma i fumetti non sono solo per bambini?” Tornate a leggere sopra, o smettete di leggere.
“Che differenza c'è tra un fumetto e un graphic novel?” La disponibilità dei giornalisti a parlarne.
“Quanto c'è di vero nella storia di non c'è trucco?” Molto, ma non abbastanza per beccarmi una denuncia.
“Farete mai un sequel?” Dipende da quanto siete disposti a pagare.
“Ma posso scrivere anche io un fumetto?” Se hai dei gravi problemi psicologici, probabilmente sì.
“Come è il rapporto tra autori ed editore?” Il mio editore leggerà questo articolo, quindi non sono libero di rispondere. Comunque non mi hanno mai lasciato lesioni permanenti.
“Ma è vero che gli autori di fumetti hanno un sacco di donne?” Ok, potete cacciare fuori quel tizio per favore?
Chi avesse avutosimpatia e pietà del sottoscritto, sappia che si accettano donazioni di varia natura.
Buon divertimento!


Antonio Recupero




Edizioni Tunué ci ha informato che sabato 19 febbraio riprendono i corsi di Sceneggiatura del Fumetto.
Visitate il sito: http://www.tunue.com/