Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

24 febbraio 2011

Libri and Company| MOLESKINE, IL TACCUINO LEGGENDARIO



Un taccuino nero, dalla copertina morbida i cui fogli erano legati da un elastico, fu il compagno di viaggio e contenitore dei pensieri di artisti come Pablo Picasso e Vincent Van Gogh. 

All’inizio era prodotto da una piccola manifattura francese, frequentata da tutti gli artisti parigini. Un oggetto solo apparentemente anonimo ma dalle potenzialità infinite. Il taccuino prediletto di Bruce Chatwin che lo chiamava “Moleskine”, nel libro Le vie dei Canti.

La piccola azienda di Tours che lo produceva stava fallendo, era il 1987 e Chatwin cercò di procurarsene il più possibile, ma non furono abbastanza. 

Nel 1997 un piccolo editore milanese decide di riportare in vita il leggendario taccuino. Torna nelle stesse forme e diventa ancora una volta perfetto compagno di viaggio per ognuno di noi.

Un oggetto che ormai si è declinato in tantissime forme: agende, quaderni di ogni foggia e colore. Una pubblicazione infinita con i quaderni dedicati alle varie città, i baby journal per descrivere ogni attimo della gravidanza, fino a diventare digital cover di iphone e ipad.

Un classico che si rinnova sempre nelle edizioni speciali, curate da tanti artisti diversi.

Le pagine delle mie Moleskine ho conservato biglietti d’amore, i miei pensieri, appunti e numeri di telefono e sono diventate nel tempo un oggetto da regalare e da portare sempre con sé.

Il sito Moleskine è immenso, nelle varie sezione potrete trovare molte più informazioni di quelle che vi ho lasciato io in questo post. La nuova sezione, MSK, permette di stampare le proprie pagine, utile quando si passa da un taccuino all’altro.

E, voi, avete una Moleskine? Qual è il vostro modello preferito?

A cura di Clara Raimondi

Per approfondire:


 "Le vie dei canti" di Bruce Chatwin, Adelphi, 390 pagg, 12.00 euro


3 commenti:

Cinzia ha detto...

Le vie dei canti libro stupendo! e le moleskine pagine bianche sono tutto per me :) le conservo gelosamente

Leonardo Campagna ha detto...

Oh sì, io ho la mia Moleskine giornaliera.
Di solito le do un nome: quella di quest'anno si chiama Diana, le precedenti Liz e Judy. Di solito, a fine anno, lo spessore incrementa di circa il doppio xD
E recentemente ho anche scoperto le City Notebook, utilissime come diario di viaggio, compatte e dettagliate, ben suddivise in sezioni utili e con le mappe delle città.

xjd7410@gmail.com ha detto...

20160913 junda
basketball shoes
nike outlet
puma outlet
michael kors outlet online
nike store uk
iphone case
converse shoes
longchamp handbags
jordan pas cher
michael kors outlet
louis vuitton outlet
nfl jerseys wholesale
ugg outlet
gucci outlet
swarovski crystal
michael kors outlet
ugg boots
coach outlet online
ralph lauren uk
michael kors outlet online
louis vuitton pas cher
ferragamo shoes
yeezy boost
ray ban sunglasses
air jordan 13
rolex watches
ysl outlet
nike trainers
michael kors outlet store
nike air force 1
canada goose jackets
louis vuitton neverfull
calvin klein underwear
uggs outlet
rolex watches
air max 90
michael kors handbags
the north face jacket
hermes belt
prada outlet

Posta un commento

Lascia un commento!