Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

14 febbraio 2011

Libri al femminile| INTERVISTA A STEFANIA CAPATI


Stefania Capati è l’autrice di Oggi Sposi, manuale di cucina per giovani coppie, edito da Blu Edizioni.

Nata a Roma, ma ormai viterbese d’azione, fiorista per lavoro e per passione, adora dipingere e cucinare per gli ospiti.

Ho avuto il piacere di leggere e recensire il libro (clicca qui), nonché di conoscere di persona l’autrice alla Fiera del Piccola e Media Editoria a Roma.

Un incontro nato per caso; mi aveva incuriosito il suo libro nello stand di Blue Edizioni e la scrittrice era lì per la presentazione.
Uno scambio veloce sui temi della coppia e della cucina; conquistata dalla sua disponibilità e simpatia ho acquistato il libro e l’autrice, gentilissima, non ha tardato ad autografarmelo e a lasciarmi una dedica.
Date le premesse, non poteva che nascere una collaborazione.

Avete visto nei giorni precedenti le vignette, inedite, che Stefania Capati ci ha permesso di pubblicare sulla nostra panchina.

Oggi, invece, siamo qui per porle delle domande sulla cucina e sulla vita di coppia.

Grazie Stefania per avermi dato l’opportunità d’intervistarti. Come si è resa possibile per te la realizzazione di questo progetto? Com’è nata la collaborazione con Blu Edizioni? 

Ho semplicemente mandato una mail alla casa editrice e mi ha subito risposto la curatrice della collana di cui il  libro fa parte dicendomi che le piaceva l'idea e se le potevo spedire qualche esempio; da li e' nato tutto.



Sul nostro blog è nata da poco l’iniziativa Per fare un libro …  Voglio chiederti come nasce un libro di cucina, quali sono i criteri nella realizzazione e progettazione di un libro del genere?

Non è semplice come sembra scrivere un libro di cucina:bisogna avere una buona conoscenza della gastronomia, degli ingredienti che vengono presentati; inoltre occorre saper scrivere una ricetta, non devi ripeterti nelle parole, devi trovare i vocaboli giusti. In sostanza occorre la stessa attenzione necessaria nella scrittura di un racconto. E poi, secondo me, è importante avere l'idea giusta, che ti distingua dalla moltitudine di libri di cucina che esistono al mondo, quella caratteristica in più, nel mio caso le vignette!

Il libro presenta 146 ricette, se non sbaglio, davvero tantissime. Tutte spiegate in modo semplice con le istruzioni e il procedimento. Quando sono nate?In quante tempo le hai raccolte? L’hai provate personalmente? Chi sono state le tue “cavie”?

Ho iniziato a sperimentare  appena  sposata e ho impiegato circa  2 anni per metterle insieme e scrivere il libro. Sono tutte testate da me , mio marito e da tutti gli ospiti che, ignari,  sono passati a casa mia!

Come e quando è nata la tua passione per la cucina?

La passione l'ho sempre avuta ma quando sono venuta a vivere a Viterbo con mio fratello, ho dovuto imparare a cucinare bene in quanto, essendo lui una buona forchetta, faceva continuamente i confronti con mia madre!

Le ricette offrono soluzioni veloci e procedimenti più lunghi. Cerchi sempre di coniugare innovazione e rispetto per i classici della cucina italiana? Senza i semipreparati credi che le donne o gli uomini in cucina siano persi o basta solo organizzarsi??

Io amo la cucina italiana, ma prima di tutto amo la cucina tradizionale, che secondo me è la base per tutto: anche le innovazioni presenti nella cucina moderna spesso sono aggiunte a ricette che vengono dalla tradizione. Il vero problema di oggi è che andiamo tutti di fretta, lavoro, figli, hobby, stress, e non abbiamo tempo per cucinare e per questo spesso si utilizzano i “semipreparati”. È  solo un fatto di comodità, ma in certi casi è anche la salvezza di chi non sa cucinare!

Il libro è ricco di aforismi sul cibo, dei tuoi consigli sull’esecuzione del piatto nonché dei consigli del sommelier. Perché hai voluto l’aggiunta di questi elementi? Ti sei avvalsa dell’aiuto di un esperto per la scelta dei vini? Credi che siano il compendio indispensabile per la buona riuscita di una cena?

I consigli che ho inserito in fondo alle ricette prevedono quasi sempre alternative alla preparazione della ricetta stessa; in altri casi sono presenti  proverbi che fanno riflettere, aforismi che fanno sorridere, oppure la storia di un ingrediente che è sempre utile sapere. Il consiglio  migliore è sicuramente  quello che riguarda l'abbinamento dei vini, perchè oggi il vino a tavola è diventato molto importate. Per questo mi sono rivolta ad un carissimo amico, sommelier della FISAR, Antioco Piras, il quale mi ha aiutata con i sui preziosi consigli e secondo me, si, il vino giusto può far riuscire meglio una cena.

Le vignette rappresentano una delle componenti più divertenti del libro. Sappiamo che ami dipingere e il tuo mestiere è fare la fiorista. Cucina e arte. Credi siano diverse forma in cui si manifesta la società? Quando hai iniziato a disegnare? Chi sono i due personaggi dei giovani sposini?

Io praticamente disegno da sempre, è una dote che ho sempre avuto e per me la cucina e il disegno sono entrambe delle magnifiche forme d'arte. I personaggi siamo noi, chiunque si può rispecchiare in uno di loro, ecco perché non ho voluto disegnare la stessa coppia per tutto il libro, affinché ognuno di noi si potesse rispecchiare in qualche vignetta. Se ci fai caso ogni sposa indossa un abito diverso dalle altre, nessun abito e' uguale!

La preparazione di un pranzo e di una cena, che sia per pochi o per molti invitati deve porre l’attenzione solo sui piatti? Non credi sia importante anche creare l’atmosfera giusta? Quali sono gli errori da non commettere nella messa in tavola o nelle decorazioni?

Io sto molto attenta all'abbinamento della tovaglia con i piatti, adoro poi accendere delle candele nella stanza, creano l’atmosfera. Non mi piacciono i centrotavola ingombranti, trovo che diano solo fastidio.

Dato il successo che i libri di cucina stanno riscuotendo negli ultimi anni; puoi dirci quali sono i manuali del passato ma anche di oggi che hanno ispirato il tuo libro? Cosa ne pensi dei libri della Parodi e della Clerici? Stanno scalando tutte le classifiche di vendita. E’ giustificato tanto successo? Come mai vengono venduti tanti libri di cucina? 

Il mio manuale si chiama “le mie nonne, mia madre e le mie zie”... perché da loro ho appreso tutto quello che so sulla cucina. La Parodi e la Clerici sono dei personaggi televisivi e per questo è normale che riscuotano tutto questo successo, meritato, ... Io, ahimè, non sono in tv …. ora la gente sta riscoprendo, secondo me, l'arte della cucina e del saper mangiare bene, ed è per questo che ora si vendono tutti questi libri e di questo ne sono molto felice...

La tua scelta è stata quella di scrivere un libro di cucina che però si concentrasse sulla coppia. La giovane coppia di sposini in lotta, come dalla prefazione di Bruno Gambarotta, per la supremazia in cucina. Come sono cambiati i ruoli in cucina negli ultimi anni? Come sono le donne e gli uomini dietro ai fornelli?

Il libro è rivolto sia all'uomo che alla donna, oggi lui lavora, lei lavora e chi prima arriva a casa prima cucina,è solo una necessità e forse anche una raggiunta parità! Poi, noi donne  siamo  gelose della nostra cucina, delle nostre ricette e cerchiamo sempre il “complimentone” da parte di chi mangia i nostri piatti.

Cosa ti sentiresti di consigliare a chi uomo o donna è alle prime armi? Cosa fare e non fare in cucina i primi tempi?

Non cucinare ricette difficili con ingredienti introvabili e difficili da cucinare. La semplice pasta con il pomodoro, se fatta bene, fa fare lo stesso una bella figura, credetemi.

Ti piacerebbe consigliare ai nostri lettori un menù per la cena di stasera, magari qualcosa anche da preparare insieme?

Un menù per una cena  leggera potrebbe essere: tartine con salmone e burro, crostacei cotti sulla piastra conditi con olio al prezzemolo, un'insalata mista con finocchi, lattughino , ravanelli e pomodorini, e per finire i cuori di S. Valentino di cui troverete la ricetta nel mio libro. La cosa essenziale è cucinare insieme, divertendosi, magari con un pizzico di sensualità, versandosi un buon  bicchiere di vino mentre si cucina e ascoltando della buona musica come sottofondo.

Quali sono i tuoi patti del cuore, quelli che ricordi con maggiore affetto e che ti ricordano la tua infanzia?

La polenta che mia madre preparava poi metteva su una tavola. Chiamava anche i vicini a mangiarla insieme a noi.

Anche tu gestisci un blog di cucina, è uno spazio per la condivisione delle tue ricette e per ricevere i primi riscontri sul tuo libro? Segui altri blog o siti di cucina?

Mi diverto a cucinare per poi fotografare e mettere la foto sul blog con tanto di ricetta. Inoltre cerco  di fare anche un po di pubblicità del mio libro. Seguo altri blog e sono diventata anche amica con qualche blogger e sono molto contenta di aver conosciuto delle persone stupende, che amano la cucina come me.

Sappiamo che stai lavorando ad un nuovo progetto. Puoi parlarcene?

Ora sto lavorando a due nuovi libri e sono molto impegnata, ma vi posso dire solo che le ricette saranno leggermente più difficili e saranno rivolte a cuoche un pò più esperte, e che dire delle vignette, faranno ancora più ridere!  Ciao a tutti ,  al mio prossimo libro!

Auguriamo a te e ai nostri lettori un buon San Valentino. Adesso puoi dirci i segreti per vivere serenamente in coppia in cucina e altrove?

Parlare, confidarsi, divertirsi e sorridere ma soprattutto mai dare niente per scontato....anche in cucina!

-Cara, io vado a fare una partita a tennis, tanto vedo che qui te la cavi benissimo anche da sola.....
Ah, ricordati che viene mia madre a cena!-  

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao !
sono Antioco Piras, il sommelier che ha aiutato Stefania a trovare gli abbinamenti per le sue ricette.
Vorrei dire che collaborare con Stefania è stata una bellissima esperienza; è una persona squisita ed una cuoca eccellente; conoscerla è un piacere unico quanto essere invitato a cena a casa sua !
Le auguro le migliori fortune perchè le merita veramente tutte !
brava Stefania !

Reader's Bench ha detto...

Grazie! Anche noi le auguriamo tutto il successo che merita!

Posta un commento

Lascia un commento!