Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

13 settembre 2010

Recensione | IL RACCOGLITORE D'ANIME (Alan Campbell)

Questo libro è strano.

Perchè dico che è strano?
E' il primo aggettivo che suscita l'opera prima di Alan Campbell. "Il raccoglitore d'Anime" è un libro che non ha un vero personaggio. Tutti quelli descritti dall'autore sembrano dei pupazzi senza anima che non riescono ad entrare fino in fondo nel cuore del lettore, non riescono ad appassionare (fatta eccezione forse per Carnival).

L'idea di base è ottima. Questa città, Deepgate, sospesa grazie a delle catene su un abisso profondo, alla fine del quale sorge la città di Deep, dove risiede il Dio Ulcis, ha un atmosfera cupa e potrebbe essere il perfetto centro degli avvenimenti. Ma il problema risiede nella descrizione che ne da Campbell.
L'autore secondo me non riesce a farla immaginare agli altri. Probabilmente è completa nella sua testa, ma in quello che scrive e nel come la descrive no.

La trama è suddivisa malissimo. Su quasi 500 pagine, nelle prime 350 - 400 non succede quasi nulla e gli eventi si dipanano lentamente e con poca presa sul lettore.
Nel finale invece avviene di tutto e di più, ravvivando un pò la lettura, ma non salvandola dal tracollo.

"Il Raccoglitore d'Anime" è un libro lento, mal scritto e che decisamente non invoglia alla lettura del resto della trilogia. Direi che Mr Campbell potrebbe tornare a fare ciò che gli riusciva meglio: ovvero lavorare ancora nel mondo dei videogiochi (è uno dei creatori della serie Grand Theft Auto).
Per la prima volta in vita mia sconsiglio a chiunque la lettura di un libro.

"Il Raccoglitore d'Anime" di Alan Campbell, Ed Tea, 494 pag, prezzo 10 €

Voto: 1 / 10

0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!